notificationsBenvenuti sulla home di Milano Beat Radio!

News

Conosci VOCE, il ristorante all’interno delle Gallerie d’Italia?

today23/07/2021 270

Sfondo
share close

All’interno delle Gallerie d’Italia puoi sostare, alla fine del tuo percorso di visita al museo, per mangiare da VOCE. Puoi decidere tra la caffetteria, la gelateria o il ristorante gourmet, nella splendida cornice del giardino della casa di Alessandro Manzoni

Aimo e Nadia apre un nuovo ristorante

Aimo e Nadia, nomi importante della cucina italiana e milanese da moltissimi anni, oltre al famoso ristorante principale in via Montecuccoli, hanno aperto all’interno delle Gallerie d’Italia un nuovo ‘‘luogo’’: VOCE. Così, al centro di Milano la cultura gastronomica, artistica e letteraria si intrecciano. Puoi degustare i migliori prodotti della cucina nazionale italiana trattati sempre con rispetto.

Una vasta proposta dal ristorante alla caffetteria

Dopo che sei uscito dalle Gallerie d’Italia – museo milanese che si trova in Piazza della Scala – puoi fermarti a mangiare da VOCE e scoprire la golosa e varia proposta culinaria che si intreccia con quella artistica. Un posto unico in una bellissima location al centro di Milano. Un posto d’eccezione dove sostare dopo una lunga visita alle mostre in esposizione. Il ristorante è sempre aperto anche al pubblico senza prima visitare il museo. Ha una vasta proposta, dalla caffetteria per provare una fantastica colazione, un rinfrescante aperitivo oppure un veloce pranzo, alla gelateria artigianale con un’ampia scelta di gelati. Subito dopo la caffetteria puoi trovare il ristorante gourmet dove, quando la bella stagione lo permette, si può pranzare o cenare nella fantastica cornice del giardino di Alessandro Manzoni. Puoi prenotare un tavolo per degustare prodotti d’eccellenza in un’atmosfera magica e sognante.

Il ristorante e il giardino di Alessandro Manzoni

D’estate puoi mangiare e bere nel giardino situato accanto alle Gallerie d’Italia tra Palazzo Antona Traversi e la casa del poeta e scrittore Alessandro Manzoni. Nel cortile puoi trovare anche delle opere d’arte contemporanea di diversi artisti come ad esempio: Jean Arp, Giò Pomodoro, Joan Mirò e Pietro Cascella. Questo luogo è stato aperto al pubblico solo nel 2015.

Proposta e filosofia del ristorante

Alessandro Negrini e Fabio Pisani hanno preso le redini della cucina dopo Aimo e Nadia Moroni, portando la loro passione e filosofia in cucina. La loro cucina è un’esperienza a tutto tondo, intrisa nell’arte. Il cibo viene poi accompagnato da una vasta carta di vini di produzione di piccole e giovani aziende italiane. Adesso al ristorante gourmet puoi trovare quattro diversi menu ispirati ai luoghi frequentati dal poeta Manzoni: Lombardia, Francia, Toscana e altri vari paesi. Non solo puoi mangiare nel giardino, ma anche visitare la casa del Manzoni prima del pasto.

Il luogo di Aimo e Nadia: il primo ristorante

Il Luogo di Aimo e Nadia è un ristorante che cerca di portare nel piatto dei clienti sempre il meglio dei diversi prodotti che la nostra penisola ha da offrire nella diversità delle varie cucine regionali. L’abbondanza del patrimonio gastronomico italiano viene valorizzato e attualizzato con creatività.

Aimo e Nadia, marito e moglie, aprono insieme il primo ristorante negli anni Sessanta in via Montecuccoli, una via privata di Milano. All’inizio non propongono alta cucina, ma è una trattoria volta a cucinare i prodotti della loro terra di provenienza: la Toscana. Alla fine degli anni Settanta la critica gastronomica comincia ad accorgersi del ristorante. Fin dal principio c’è sempre stata attenzione al prodotto e alla sua ricerca, in particolare alla sua storia e provenienza. Negli anni Ottanta e Novanta il ristorante si raffina e si dedica maggiormente all’alta cucina. In questi anni arrivano le prime soddisfazioni dalla stampa e riconoscimenti come le stelle Michelin. Adesso il Luogo è portato avanti dai due chef Pisani e Negrini.

Torna alle notizie

 

 

Scritto da: Tommaso Canziani


Articolo precedente

tappi

Green

I tappi di plastica da buttare: Milano come se ne occupa?

Bisogna prestare attenzione ai tappi di plastica. Essi hanno una storia tutta loro. Sono molte le iniziative milanesi che ci pensano e vengono in soccorso Tutto ciò che devi sapere sui tappi di plastica Esistono diversi tipi di tappi di plastica, che chiudono differenti contenitori come, banalmente, le bottiglie delle varie bevande in PET (polietilene tereftalato). Ma ci sono anche i flaconi dei detersivi, i cibi contenuti all’interno degli imballaggi, […]

today22/07/2021 2566

Commenti post (0)

Lascia un commento


WhatsApp Chat
Invia
0%