News

Conoscete l’Egitto e le sue divinità?

today19/07/2021 10 1

Sfondo
share close

Al Museo civico di Corso Magenta a Milano potete visitare una curiosa mostra che esplora il divino nell’antico Egitto. Potete visitarla fino a gennaio del 2022

L’Egitto sbarca a Milano in una nuova mostra

L’antico Egitto arriva a Milano e improvvisamente torniamo tremila anni indietro nel tempo. Al Museo Civico meneghino avete la possibilità di fare un salto nel passato tra mummie, faraoni e dei dalla forma mutevole con l’esposizione ‘‘Sotto il cielo di Nut’’. Potete scoprire nuove sfaccettature e curiosità su questa millenaria società ormai morta, ma che sopravvive in noi e tra di noi con continue mostre ed esposizioni sempre nuove. Questa volta dal Nilo si trasferisce a bordo Naviglio e vi rimarrà fino al 30 gennaio del 2022, dopo che è stata prorogata con un percorso totalmente rinnovato. Infatti, molti dei preziosi reperti che componevano prima la mostra han dovuto far ritorno alle loro collocazioni originarie: il Museo Egizio di Torino, il Museo Archeologico Nazionale di Firenze, il museo di Archeologia dell’Università di Pavia e il Civico Museo J.J. Winckelmann di Trieste. Verrà questa volta proposta al pubblico una mostra tesa a mettere in risalto la collezione di reperti milanese.

Potete anche prenotare fino alla prossima domenica 8 agosto una visita guidata in presenza. Per il tour guidato è obbligatoria la prenotazione sul sito del museo.

Il luogo della mostra sull’Egitto

Le prime raccolte archeologiche risalgono ai primi anni dell’800. L’Accademia di Brera cominciò ad associare alle collezioni artistiche quelle archeologiche. La prima fu di oltre cinquecento reperti e opere. Comprendeva pezzi egizi, greci, etruschi e medioevali. Solamente nella seconda parte del secolo venne realizzato il Regio Museo Patrio di Archeologia. Il museo dal 1898 trovò luogo nella chiesa di S. Maria a Brera, ma in seguito venne spostato, qualche anno più tardi, al Castello Sforzesco. In fine arriva nel 1965 nel vecchio Monastero Maggiore di S. Maurizio dopo un lungo restauro. Con il passare del tempo le collezioni si sono arricchite. Oggi potete visitare molte raccolte, in particolare quella sull’Egitto. Il Museo Civico di Archeologia si trova in Corso Magenta, vicino alla cattedrale di Sant’Ambrogio e al Cenacolo vinciano.

Il percorso in Egitto tra le sue divinità

Il percorso dell’esposizione del Museo Civico si divide in quattro sezioni volte ad entrare nel mondo del divino. Questo aspetto è fondamentale per la cultura dell’antica società egiziana. Non avevano solo un dio. Esisteva una molteplicità di figure divine. L’antico Egitto era, così, una civiltà molto dedita ai riti sacri. Una tradizione che si è sviluppata ed è durata quasi quattromila anni. La prima sezione della mostra è dedicata all’origine degli dei e del mondo. Infatti, nella religione egiziana, non come in altre religioni, non era presente un solo racconto sulla creazione ma molti sviluppati in diacronia e diatopia. La seconda sezione è dedicata all’iconografia e alle forme dei diversi dei dell’antico Egitto. Gli dei egiziani non avevano sembianze umane, o almeno in parte. Avevano forme ibride, antropomorfe o completamente animali. La terza sezione è invece dedicata alla devozione e alla comunicazione con le entità divine. Esisteva un rapporto tra uomo comune e divinità: la protezione degli dei era parte importantissima in ogni momento della vita, non se ne poteva fare a meno. Infine, la quarta e ultima sezione della mostra è dedicata al ‘‘diventare esseri divini’’. Gli egizi speravano e credevano, dando molta importanza, a ciò che veniva dopo la morte: essere onorato della vita eterna fra gli dei.

Andate a vedere questa splendida mostra, non perdete l’occasione. Ne uscirete non solo arricchiti culturalmente, ma più consapevoli del nostro presente grazie a ciò che è passato.

Torna alle notizie

 

.

 

Scritto da: Tommaso Canziani


Articolo precedente

Frida

News

Tutto ciò che devi sapere sulla mostra di Frida a Milano

Alla Fabrica del Vapore a Milano hai l’occasione di entrare nel mondo della pittrice messicana Frida Kahlo. È allestita una mostra interattiva interamente a lei dedicata La mostra su Frida Kahlo alla Fabbrica del Vapore A Milano viene prorogata fino a maggio 2022 la mostra dedicata alla pittrice messicana più influente della storia: Frida Kahlo. Hai l'occasione di scoprire tutto il mondo dell'artista, seguendo il percorso all'interno della vita e […]

today16/07/2021 18 5

Commenti post (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *


WhatsApp Chat
Invia
0%