News

Lido BAM 2021: bellissimo lido alla Biblioteca degli Alberi!

today03/06/2021 620 2

Sfondo
share close

In zona Porta Nuova riapre Lido BAM, un ampio spazio verde con ombrelloni e sdraio, dedicato al relax estivo e alla natura che ci circonda.

Dove possiamo trovare Lido BAM

Lido BAM è situato all’interno della Biblioteca degli Alberi: parco pubblico che si trova a Milano in zona Porta Nuova (precisamente in Via Gaetano de Castillia). Ne parla anche il FAI – Fondo ambiente italiano -. È stato realizzato dalla designer e architetta paesaggista olandese Petra Blaisse, inaugurato il 27 ottobre 2018 e viene curato dalla Fondazione Riccardo Catella. Non è un semplice parco, è un “giardino botanico contemporaneo” – come dice il suo sito – “dove vivere esperienze culturali a contatto con la natura”. Ha una vegetazione molto ricca, con prati fioriti e piante aromatiche che contribuiscono all’ecosistema in città. Pensate che viene chiamato “Biblioteca” per la varietà di vegetazione che ospita (500 alberi e 135.000 piante). Il parco è poi arricchito da alcune frasi poetiche disposte lungo i sentieri, area giochi, area fitness e relax, nonché zona picnic e una fontana. Si tratta di un vero e proprio giardino completamente ecosostenibile: l’impianto di irrigazione del parco utilizza l’acqua di falda di 12 pozzi, oltre al fatto che l’acqua accumulata viene impiegata per generare aria calda o fredda per gli uffici e le residenze in zona. Per finire, i sentieri all’interno del parco sono costruiti con calcestruzzo che filtra l’acqua restituendola al terreno e rispettando al massimo la natura che colora Milano. La struttura del parco è magnifica, ma oltre a questo c’è anche una serie di eventi organizzati che hanno come temi principali la natura e la cultura, il cui programma è interamente consultabile sul suo sito.

Descrizione di Lido BAM

Vediamo insieme la struttura di Lido BAM: questo spazio verde e tranquillo conta ben ottanta postazioni disposte in semicerchio in uno spazio molto grande. L’idea alla base della sua costruzione è quella di tornare a garantire ai cittadini milanesi degli spazi in cui potersi finalmente rilassare all’aria aperta, senza avere alcun timore. Francesca Colombo – la direttrice generale culturale della Biblioteca degli Alberi – mi spiega che questo progetto è nato durante i primi mesi dell’emergenza sanitaria dell’anno scorso, quando BAM ha iniziato a ragionare sulle possibili risposte ai bisogni dei cittadini durante il periodo estivo. L’inaugurazione avvenne l’anno scorso e quest’anno, con alle spalle il successo dell’anno scorso, Lido BAM viene riproposto. Il lido è stato creato in collaborazione con Hwstyle  – azienda italiana che si occupa di progettare e mantenere il verde delle città, con l’obiettivo di migliorare la qualità degli ambienti – Giò Forma – studio di designer, artisti e architetti con sede a Milano – e Sammontana.

Organizzazione di Lido BAM

Lido BAM è aperto in tutta sicurezza e garantisce a tutti gli ospiti un’igiene ottimale. I lettini, infatti, vengono disinfettati ogni volta che l’ospite cambia, oltre ad essere ovviamente distanziati tra di loro (sono, infatti, posizionati in appositi cerchi colorati). L’accesso allo spazio è garantito esclusivamente previa prenotazione e prenotarsi è molto semplice: basta scaricare sul proprio smartphone l’App Portanuova Milano, scegliere la fascia oraria in cui si desidera andare e prenotare il proprio ombrellone preferito (opzione disponibile dal 12 giugno). All’entrata verrà chiesto di mostrare la conferma digitale dell’avvenuta prenotazione. Quest’anno Lido BAM ha ombrelloni ecosostenibili realizzati dallo Studio Ratti e dotati di un sistema di refrigerazione, oltre che un punto ristoro. Il costo è pari a zero, ma se si è amici del Parco (cioè BAM friends) si hanno molti benefici come ombrelloni riservati, prime file agli eventi e molto altro ancora. “BAM vuole offrire alla comunità un servizio di qualità che sia inclusivo e accessibile per tutti. Inclusività e accessibilità sono valori che ritengo estremamente importanti per l’offerta culturale, specialmente in un periodo come quello post-pandemico in cui tutti i cittadini hanno bisogno di tornare a vivere la natura e la cultura, bisogni primari dell’uomo” è ciò che pensa Francesca Colombo di BAM e della nostra città e non possiamo fare altro che ringraziare lei e la Biblioteca degli Alberi.

Torna alle notizie

 

 

Scritto da: Alice Fusari


Articolo precedente

Giardino delle bambine e dei bambini di tutto il mondo

News

Milano: “Giardino delle bambine e dei bambini di tutto il mondo”!

Il “Giardino delle bambine e dei bambini di tutto il mondo” è stato aperto il 27 maggio per la nostra città e per i piccoli che la possono migliorare. Il “Giardino delle bambine e dei bambini di tutto il mondo” a Milano La nostra amata e bellissima città da venerdì scorso ospita un parco nuovo e molto speciale chiamato “Giardino delle bambine e dei bambini di tutto il mondo” dedicato […]

today02/06/2021 62

Commenti post (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *


WhatsApp Chat
Invia
0%