Green

Cascina Merlata: un’oasi naturale a Milano

today14/12/2022 40

Sfondo
share close

Il parco di Cascina Merlata è un vero e proprio bosco in città, che con la sua fauna e la sua flora arricchisce lo smart district UpTown e la città di Milano 

In una città urbanizzata come Milano, è difficile pensare di trovare uno spazio dove viene promosso e garantito il benessere degli animali e delle piante. Eppure esiste. Ed è il parco di Cascina Merlata UpTown. Un “bosco per la città” che dimostra come anche in una metropoli sia possibile vivere e stare immersi nella natura, tra colori, profumi, rumori che connettono alle origini del mondo.

Cascina

Cascina Merlata: il green in città

Il parco di Cascina Merlata UpTown, progettata dagli architetti paesaggisti Giovanna Longhi e Franco Giorgetta, prende il proprio nome da quello del “Bosco della Merlata – che ha occupato l’area fino al ‘900, quando è stato disboscato – e si sviluppa su una superficie di circa 30 ettari all’interno dell’omonimo quartiere. Rappresenta un grande polmone per la città, che fa respirare sempre meglio i suoi cittadini e che garantisce la vita a diversi animali, anche inusuali per una città, grazie all’elevato numero di piante e alla grande quantità di acqua presenti.

Cascina

Verde, verde ovunque

L’area del parco è una vera e propria distesa di verde, comprendente 3.500 alberi ad alto fusto di ben 40 specie diverse e 7.500 piante acquatiche. In particolare quelle autoctone, a bassa o a trascurabile allergenicità – come querce, tigli e frassini – e quelle in grado di garantire la vita al maggior numero possibile di animali, anche particolari.

I bordi del percorso ciclopedonale, che attraversa il parco da nord a sud, presentano alcune specie arboree e arbustive del progetto Raggi Verdi. Lungo lo stesso Raggio Verde, nei bordi dei percorsi pedonali, a margine del parterre centrale e nelle zone attrezzate ci sono diverse specie arbustive rustiche, da fiore e da bacca, decidue o sempreverdi. Soprattutto quelle che richiamano l’avifauna e gli insetti utili alla fruttificazione. Nelle zone attrezzate, agli ingressi, nei parcheggi etc. ci sono anche delle specie esotiche, tra queste: Liriodendro, Liquidambar, Quercia americana, Ciliegi da fiore, Sofora, Koelreuteria, Gleditsia. Il salice bianco (Salix alba), bandito dal verde pubblico perché considerato campestre, in questa cascina ha un ruolo da protagonista. Esattamente come la Robinia pseudoacacia. Tra le piante acquatiche troviamo: Carex elata, Equisetum hyemale, Gunnera manicata, Hottonia palustris, Hydrocharis morsus-ranae, Iris kaempferi etc.

I prati del parco sono stati realizzati in maniera consona alle esigenze: il parterre centrale, su cui passano molte persone, ha un prato rasato destinato al taglio frequente. Gli ampi margini alberati del parco sono invece all’interno di prati rustici fioriti, dal carattere ornamentale, che vengono tagliati poche volte all’anno, in modo tale da esaltarne le fioriture. Questi prati sono stati seminati con dei mix per prati fioriti, fatti di specie annuali e perenni tra cui i papaveri e i fiordalisi.

Cascina

All’ingresso della cascina, che oggi prende il nome di Cascina Merlata SpazioVivo, per altro, ci sono alcune specie vegetali (vedi sopra) racchiuse in un grande vaso di legno BeePlant che, in base al loro stato, permettono di monitorare la qualità dell’aria.

Cascina

Dalla parte degli animali

In questo spazio, gli animali, di diverse specie, hanno una presenza importante. La loro vita viene promossa e protetta quotidianamente, nel nome della biodiversità.

Nel corso della primavera/estate 2019 nel parco è stato svolto un monitoraggio faunistico con l’obiettivo di conoscere le specie animali che accoglie. In questa operazione è stata posta attenzione ai bioindicatori, cioè alle specie che con la loro presenza attestano una buona o una cattiva qualità dell’aria. I risultati ottenuti hanno confermato la buona salute della cascina. All’interno di questo spazio verde è stata rilevata una buona presenza di uccelli legati agli ambienti agricoli, che sono tra quelli più minacciati in Europa. Tre le specie più comuni in questo ambiente ci sono: il balestruccio, il cardellino, la rondine, la passera mattugia, il picchio rosso maggiore e il gheppio. Ci sono 10 specie di libellule, tra cui alcune più delicate come la Chalcolestes viridis, la quale testimonia una buona condizione dei corsi d’acqua e delle sponde ricche di vegetazione. Sono presenti inoltre 12 specie di farfalle – numero destinato ad aumentare – tra cui alcune poco comuni nella Pianura Padana.

Nel 2021, è stato portato a termine un ulteriore monitoraggio dello stato floristico e faunistico della cascina, che ha attestato l’aumento del numero delle farfalle, che da 12 sono passate a 18. Sicuramente grazie al fatto che nei due anni di stacco sono state lasciate libere di crescere alcune aree di prato, le quali hanno consentito l’alimentazione delle farfalle, delle api e degli altri impollinatori.

Cascina

Nel febbraio 2021, con il patrocinio del Municipio 8 di Milano e in collaborazione con l’Associazione culturale Green Island, presso la cascina sono state installate sei arnie a forma di casetta gialla e tre “Arnie d’artista”, espressione del programma “Alveari Urbani”, che hanno iniziato ad accogliere le prime api nel mese successivo. Esse sono posizionate all’interno di un’area recintata, che consente di osservarle e di organizzare nei loro pressi eventi – corsi, laboratori e presentazioniin sicurezza. Addirittura, i cittadini hanno avuto, e hanno tutt’ora, la possibilità di partecipare attivamente alla cura delle api e delle arnie, diventando collaboratori dell’apicoltore.

Cascina

Dal passato al presente, l’acqua conserva un ruolo importante

Il parco è attraversato da un canale artificiale, che ricorda i fontanili e i fossi che un tempo abbondavano nei campi. Esso è molto utile, perché aumenta la bellezza e la specialità del parco, ma soprattutto perché favorisce la biodiversità del territorio.

L’acqua richiama insetti, uccelli, anfibi: in un parco non può mancare.

Afferma Franco Giorgetta.

Il canale è libero da qualsiasi protezione, che altrimenti non favorirebbe la crescita di vegetazione igrofila e che spezzerebbe un po’ quel continuum naturale tipico della cascina. Con una portata di 30 litri al secondo, il corso d’acqua viene alimentato per 365 giorni l’anno.

Cascina

La Street Art è arrivata anche in Cascina

Milano è veramente piena di opere di Street Art, che la abbelliscono con forme e colori particolari. Anche Cascina Merlata SpazioVivo ne presenta diverse. Una in particolare, bella grande, merita particolare attenzione. Si tratta di un dipinto murale realizzato dallo street artist Jacopo Ceccarelli – in arte 2501 – che con il suo gioco di linee e curve ricopre completamente la facciata posteriore della Cascina, quella cioè rivolta verso il parco. Questo murale ha un significato molto importante, per il quartiere e più in generale per la città. Si tratta infatti di un omaggio alla Resistenza partigiana milanese, che si appoggiava proprio in questa zona. È un’opera che collabora fortemente alla trasformazione della città in un vero e proprio museo a cielo aperto.

Cascina

Cascina Merlata SpazioVivo

Il nome completo di questo spazio comunitario rappresentato dall’edificio della cascina, dai tratti del tutto naturali, è “Cascina Merlata SpazioVivo”. Essa, infatti, è sempre stata una cascina dalla forte vitalità, fin dal 2017, dopo il restauro dell’area da parte dell’architetto Paolo Caputo. La cascina è uno SpazioVivo, perché organizza diverse attività culturali, musicali, culinarie, sportive in cui l’acquisizione di nuove conoscenze e la collaborazione tra persone assumono un ruolo fondamentale. È una cascina viva, perché mette a disposizione degli abitanti del distretto e della città, così come dei visitatori, alcuni servizi affidati a cooperative sociali. Tra queste: l’associazione auser – ute – che organizza i corsi dell’Università della Terza Età e che offre servizi di Accompagnamento sociale, Turismo sociale, Nonni Amici nelle scuole – il centro cadà – che offre un’ampia gamma di attività corsistiche adatte a diverse età e bisogni – l’associazione Guanti Rossi – che collabora nell’insegnamento della lingua dei segni e nell’assistenza alle persone sorde – e la cooperativa sociale spaziopensiero – la quale si occupa di consulenza e di psicoterapia per i bambini, gli adolescenti e gli adulti. La sua vivacità aumenta con la messa a disposizione delle persone di molteplici attività commerciali come Baci Sottozero, Cascina Zappello, La Graffetta, Map Food, Mare Culturale Urbano Food Hub.

Cascina

Sono anche i tanti spazi di aggregazione e condivisione di momenti che rendono questo parco un luogo veramente vivo. Tre aree gioco, tre piazze con panchine – quella a Nord, quella centrale e quella a Sud – tre aree cani, ampie zone verdi, ombreggiate e al sole, una pergola e due campi bocce raggruppano le persone e favoriscono lo scambio di conoscenze, idee, valori. Questi spazi sono disposti lungo i margini del parco e al suo interno.

Per finire, Cascina Merlata è ricca, viva, anche in termini ambientali, perché oltre a comprendere le case sostenibili di UpTown, e a dare valore alla propria flora e fauna, sensibilizza fortemente gli abitanti del quartiere e i suoi visitatori alle tematiche ambientali. Con diversi QR Code disposti lungo i sentieri della cascina vuole far comprendere alle persone come vivere al meglio, e soprattutto in modo rispettoso, gli ambienti della cascina. Questi QR Code, che possono essere aperti e consultati con il proprio smartphone, oltre a presentare tutte le opportunità che la cascina mette a disposizione, spiegano i modi migliori di gestire eventuali deiezioni canine e rifiuti al suo interno.

Torna alle notizie

 

Scritto da: Alice Fusari


Articolo precedente

como reggina

Calcio

Ci pensa Hernani, il Como finisce ko 0-1

Un calcio di rigore di Hernani consegna i 3 punti alla Reggina. Il Como di Moreno Longo perde l'imbattibilità casalinga e rimane in zona retrocessione Ieri alle 15.00 allo Stadio Giuseppe Sinigaglia è andata in scena la sfida tra Como e Reggina, valida per la diciassettesima giornata del campionato di Serie B. Torna al successo la Reggina dopo la pesantissima sconfitta interna contro il Frosinone, e si avvicina momentaneamente alla […]

today12/12/2022 78 1

Commenti post (0)

Lascia un commento


WhatsApp Chat
Invia
0%