Green

Un futuro di grande siccità: climate fiction promossa da Gruppo Cap

today25/01/2023 27

Sfondo
share close

Quando la paura della siccità ispira gli scrittori emergenti nasce The Source – Scrivere sull’acqua. Risultato di un concorso letterario promosso da Gruppo CAP e da Libromania

Come sensibilizzare le persone, soprattutto i giovani, alle questioni legate ai cambiamenti climatici? Esistono molti modi per farlo. Uno di questi: con un’antologia di fantascienza che tratta uno o più temi inerenti.

L’insieme di racconti The Source – Scrivere sull’acqua è il risultato del concorso letterario The Source, promosso da Gruppo CAP – realtà industriale che gestisce il servizio idrico integrato sul territorio della città metropolitana di Milano – e Libromania – società che svolge attività di promozione editoriale, che ha sfidato gli scrittori italiani a misurarsi con il macro-genere della climate fiction, filone della fantascienza che affronta proprio le questioni climatiche. É l’esito di uno stimolo partito da Milano, rivolto verso l’esterno, verso tutta Italia, che ha incoraggiato vari scrittori emergenti talentuosi a cimentarsi nella scrittura di racconti fantascientifici in grado di sensibilizzare sulle questioni ambientali, in particolare sul problema della siccità.

Siccità

Scrivere sull’acqua, l’acqua che manca: la siccità

The Source – Scrivere sull’acqua, antologia curata da De Agostini Libri che si avvale della prefazione di Paolo Zardi, è il frutto dell’iniziativa letteraria The Source promossa da Gruppo CAP – gestore del servizio idrico della città metropolitana di Milano – con la collaborazione di Libromania – società che svolge attività di promozione editoriale – la quale ha lanciato una sfida agli scrittori di tutta Italia: misurarsi con il macro-genere della climate fiction.

«Oggi in Lombardia mancano all’appello tre miliardi di metri cubi d’acqua rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Quella del clima non è solo un’emergenza ambientale, ma anche economica, sociale e culturale».

Scrive Alessandro Russo, presidente e amministratore delegato di Gruppo CAP, nell’introduzione al volume,

«Ed è proprio per divulgare quanto più possibile questo messaggio che Gruppo CAP ha deciso di investire nell’ideazione, realizzazione e diffusione di nuovi format creativi, per avvicinare il pubblico al mondo dell’acqua».

Il concorso letterario The Source (letteralmente “La Fonte”) ha visto la partecipazione di 134 racconti appartenenti a quel filone della fantascienza che affronta il grande tema del cambiamento climatico, a cui si rifà il problema della siccità, attraverso la narrazione di un mondo futuro che fa drammaticamente i conti con i danni prodotti dall’uomo sull’ambiente. Un filone che ha ispirato, tra gli altri, autori come James G. Ballard, Ian McEwan, Margaret Atwood e Cormac McCarthy.

La raccolta di racconti distopici The Source – Scrivere sull’acqua presenta l’Italia del futuro assetata dalla siccità e dalla catastrofe climatica. Un’Europa desertificata dal surriscaldamento in cui molte persone si trasformano in migranti climatici in rotta verso nord. Si racconta di un anziano sopravvissuto all’Armageddon climatico che si avventura con la sua barca in cerca di cibo e trova la compagnia di una cagnolina che condividerà il suo destino. Ma non solo.

«I racconti di questa raccolta compiono quella piccola magia che è appannaggio solo della narrativa, spostare avanti di qualche anno la lancetta degli orologi e poi guardare cosa è successo al mondo – come è cambiato, cosa è diventato».

Scrive Paolo Zardi nella prefazione,

«È un modo per prendere le distanze dalla quotidianità e dalla sua stretta contingenza, liberarsi dalle pastoie del presente, con il suo rumore di fondo e l’inestricabile groviglio di voci e interpretazioni, e concentrarsi sugli aspetti essenziali: è quello che la letteratura prova a fare da più di un secolo, da Wells e Verne in poi».

Ecco i nomi degli autori e i titoli dei 12 racconti che compongono la raccolta The Source – Scrivere sull’Acqua:

  • Enrico Beccastrini – Il vecchio Lenin;
  • Luigi Calisi – Le rabdomanti;
  • Apolae – Sabbia sui pollini;
  • Assunta Decorato – Abbiamo occhi per la fine del mondo;
  • Luca Fasolato – H2S;
  • Emanuele Finardi – La coppia peggiore;
  • Chiara Forlani – Il bambino, l’albero e il monte;
  • Mario Izzi – Dea;
  • Maria Cristina Murolo – L’ultimo respiro del cedro;
  • Nicola Vincenzo Pagan – Torri di fumo;
  • Alessio Salvati – Diario di un cli-mig;
  • Stefano Tevini – Il libro dei morti.

The Source è anche il nome di un podcast, disponibile gratuitamente su tutte le più importanti piattaforme, che racconta proprio gli effetti e le conseguenze dei cambiamenti climatici in un’Italia che per 15 anni ha ignorato gli allarmi degli scienziati, ritrovandosi all’improvviso vittima della prima crisi idrica della storia, della siccità.

Torna alle notizie

Scritto da: Alice Fusari


Articolo precedente

monza sassuolo

Calcio

Monza – Sassuolo 1-1: a Ferrari risponde Caprari

Caprari salva il Monza dalla sconfitta contro il Sassuolo. Il suo destro a giro regala un punto d'oro ai brianzoli. Giornata no invece per i neroverdi che sembra non sappiano più vincere Ieri alle 15:00 all'U-Power Stadium di Monza si è disputata la sfida tra il Monza di Palladino e il Sassuolo di Dionisi valida per la diciannovesima giornata del campionato di Serie A. Una sfida salvezza in cui entrambe […]

today23/01/2023 54 1

Commenti post (0)

Lascia un commento


WhatsApp Chat
Invia
0%