notificationsBenvenuti sulla home di Milano Beat Radio!

Curiosità

Milano Digital Week 2023: una porta aperta sul futuro

today29/09/2023 168 3

Sfondo
share close

Dal 5 al 9 ottobre torna la Milano Digital Week. Al centro: innovazione e sviluppo dei limiti, nel nome della transizione sostenibile e inclusiva

Milano Digital Week. Dal lavoro e dal futuro della formazione alle urgenze ambientali. Dalla salute alla circular economy e ai servizi per la cittadinanza. Per arrivare fino a nuove forme d’arte: questi i dinamici e profondi ambiti esplorati dagli eventi in programma nella sesta edizione della Milano Digital Week.

Cinque giornate di dialogo collettivo, tutte accomunate da un minimo comune denominatore. Concretizzare idee, progetti, visioni innovative partendo dal presupposto che il digitale debba non solo consolidare il suo essere, oggi più che mai elemento fondante della connessione globale, ma anche farsi veicolo e acceleratore dell’importante mutamento in corso nella nostra contemporaneità.

Fondamentale diventa, quindi, lo sviluppo, nonché il superamento, dei limiti, per gettare le basi del domani.

Milano Digital Week
Una locandina della Milano Digital Week, immagine presa dal sito comune.milano.it 

Dalla teoria ai fatti, agire attraverso il digitale nel nome dello sviluppo

Sfide stimolanti quelle proposte dalla Milano Digital Week, la più grande manifestazione dedicata all’educazione digitale, allo sviluppo delle competenze e all’innovazione tecnologica. Dal 5 al 9 ottobre 2023 sarà possibile seguire e prendere parte a ben cinque giornate ricche di incontri no stop.

Promossa dal Comune di Milano e concretamente realizzata da IAB Italia, Cariplo Factory e Hublab, con il patrocinio della Fondazione Cariplo, nel 2023 la Milano Digital Week potrà contare su sette poli tematici e più di 350 eventi organizzati con un solo obiettivo: stimolare un dialogo collettivo, gettare le basi del prossimo futuro, rendendo finalmente effettiva e non soltanto di facciata la rivoluzione digitale.

Considerato il grande successo ottenuto con le ultime cinque edizioni della Milano Digital Week – oltre un milione di partecipanti e più di 2.500 appuntamenti, fisici e digitali – si è deciso di proseguire la strada avviata nel nome della maggiore sostenibilità e inclusività dell’universo digitale.

Lo sviluppo dei limiti. Partecipare a una transizione digitale inclusiva, sostenibile, etica: questo il titolo scelto per la sesta edizione della Milano Digital Week.

Tema portante degli eventi sarà lo sviluppo dei limiti. Di ogni tipo, da quelli ambientali a quelli sociali e economici, ma anche culturali, generazionali, etici. Sempre più ingombranti e d’ostacolo per il fare e l’agire umano.

La Milano Digital Week cercherà, in questa prospettiva, di capire quale futuro sia possibile all’interno di questi limiti, indagando quindi quante e quali soluzioni adottare così da arginare i rischi e i problemi dettati dalle nuove urgenze del presente, sempre più globali ed eterogenee.

Adottando la metodologia operativa dell’assemblea generale permanente, la Milano Digital Week vuole ancora una volta portare entusiasmo nella città di Milano e ai suoi abitanti, animando i vari incontri in programma con interventi e discussioni tenute direttamente dai protagonisti della transizione digitale.

Avendo ben presente questo scopo, nel mese di aprile è stata indetta una Call for Proposal, il cui bilancio è senz’altro sorprendente: oltre 300 realtà, pubbliche e private, grandi e piccole, hanno risposto positivamente all’appello, mettendo quindi a disposizione della città e dei milanesi un ventaglio di competenze e stimoli che non conosce eguali.

Oltre agli eventi promossi dal brainstorming avviato dalla Call for Proposal, il palinsesto della sesta edizione della Milano Digital Week vede all’attivo eventi declinati su una piattaforma, reale e virtuale, pensata per essere idealmente accessibile a chiunque lo voglia.

Milano Digital Week
Da sinistra: Sergio Amati – Direttore di IAB Italia; Nicola Zanardi – CEO di Hublab e curatore di Milano Digital Week; Layla Pavone – Coordinatrice del Board per l’innovazione tecnologica e trasformazione digitale del Comune di Milano; Carlo Mango – Consigliere Delegato di Cariplo Factory; Barbara Soresina – Direttore Promozione & Produzione Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano.

I protagonisti della sesta edizione

Da sempre coinvolti nella Milano Digital Week, anche quest’anno saranno presenti istituzioni, università, centri di ricerca, associazioni e aziende. Ma anche start up e tante piccole realtà emergenti. Risorse che costituiscono il tessuto connettivo di una Milano che guarda al futuro, ambiziosa e intraprendente, tanto quanto carismatica.

Tra i nomi illustri, il partner scientifico FEEM – Fondazione Eni Enrico Mattei, Chora Media, Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, ISPI – Istituto per gli Studi di Politica Internazionale, Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci , ma anche molte realtà accademiche (Università Cattolica, Politecnico di Milano, IULM, Università degli Studi di Milano Statale). Tutti attori di una trasformazione oggi più che mai necessaria, e non solo digitale.

In ultimo, per il sesto anno consecutivo, Fastweb sarà presente in qualità di partner alla Milano Digital Week, con incontri e tavole rotonde per avvicinare sempre più persone alla rivoluzione digitale in corso. Bussola guida sarà il claimTu sei Futuro”, volto a promuove la definizione di un futuro più connesso, inclusivo ed ecosostenibile per mezzo del digitale.

Rivoluzione e cittadinanza digitale: un binomio destinato a vincere? 

Il digitale – commenta Layla Pavone, coordinatrice del Board per l’innovazione tecnologica e la trasformazione digitale del Comune di Milanoha assunto un ruolo fondamentale e trasformativo in tutti i processi e i servizi dell’Amministrazione, dandoci la possibilità di renderli più semplici, efficaci ed efficienti.

Con la Milano Digital Week vogliamo condividere con cittadine e cittadini le ragioni e gli scopi, i tempi e i modi, di questi cambiamenti. A raccontarli saranno tutti gli assessori, che quest’anno per la prima volta sono promotori e organizzatori, oltre che relatori, del panel di incontri che proponiamo durante la manifestazione. È il segno di una maggiore attenzione alla Digital Week ma soprattutto della nostra volontà di portare tutti, proprio tutti, a bordo della trasformazione digitale che chiamiamo sostenibile e inclusiva.

Assodato il fatto che il digitale, come qui inteso, deve poter rappresentare un ponte fenomenologico tra i cittadini e le istituzioni, emergono tuttavia due implicazioni di profonda attualità: dare voce alle diverse realtà esistenti, adottando perciò un approccio inclusivo circa l’espressione delle singole posizioni. Così come educare alla comprensione della natura plurivalente della contemporaneità, promuovendo dunque la coscienza critica.

Ciò che si vuole maggiormente incentivare attraverso la sesta edizione della Milano Digital Week, dunque, è la piena affermazione della cittadinanza digitale.

Nonostante la massiccia evoluzione registrata dal digitale negli ultimi anni, si tratta di un paradigma che non riscontra frequente applicazione, rimanendo a volte soltanto formale anziché effettivo. Arrivando alla popolarità soltanto con una minima parte della popolazione, peraltro già attiva in rete e fortemente scolarizzata.

Per questo motivo, si tratta di una prospettiva che non decollerà completamente fino a quando le istituzioni inizieranno a investire su nuove professionalità e competenze attraverso cui superare i tanti limiti irrisolti del digital divide. 

A questa e a molte altre istanze tipiche della contemporaneità, la Milano Digital Week intende dare finalmente riscontro, nella consapevolezza che soltanto l’incontro e il dialogo possano portare a quell’osmosi evolutiva di cui tutti avremmo, probabilmente, bisogno.

Per conoscere il programma dettagliato delle cinque giornate della Milano Digital Week, è possibile consultare il sito web dell’evento dove, alla sezione eventi, è disponibile in consultazione un calendario di tutti gli appuntamenti.

Immagine in evidenza presa dal sito tecknoring.com

Torna alle notizie 

Scritto da: Criss


Articolo precedente

MUD Festival locandina b

Comunità

DANCEHAUSpiù: primo Urban Dance Festival a Milano

DANCEHAUSpiù è una scuola di danza specializzata in stili urban, che ha deciso di organizzare un evento per diffondere questa cultura Gli stili di DANCEHAUSpiù che animeranno l'evento sono voguing, waacking, hip hop e urban contemporary. Milano Urban Dance Festival Da giovedì 28 settembre a domenica 1° ottobre, l’urban dance arriva a Milano con la prima edizione del MILANO URBAN DANCE FESTIVAL, il festival ideato e organizzata da DANCEHAUSpiù, Centro […]

today29/09/2023 94

Commenti post (0)

Lascia un commento


WhatsApp Chat
Invia
0%