Green

Biova Lemon: la birra da 200 kg di limoni recuperati

today09/07/2023 85

Sfondo
share close

Nasce Biova Lemon, la birra fatta con i limoni unici salvati da Babaco Market e con la collaborazione di Biova Project

Biova Lemon: Babaco Market – servizio di e-grocery 100% made in Italy che combatte lo spreco alimentare originato dal campo alla tavola – e Biova Project – startup anti spreco alimentare che trasforma il cibo invenduto in birra artigianale – hanno unito le forze lanciando un progetto di economia circolare contro lo spreco alimentare. Una “bionda” di ispirazione tedesca, con un tocco fresco dato dal succo di limoni “salvati”, spremuti a mano e mescolati insieme al mosto.

Per ottenere questa speciale birra, sono stati utilizzati 200 kg di limoni, recuperati dallo spreco alimentare proprio da Babaco Market. Questi, infatti, faticavano a trovare uno sbocco commerciale, perché seppur buonissimi, presentavano delle piccole “difformità estetiche”: delle cicatrici sulla buccia.

Biova Lemon

Limoni “brutti” fanno birra buona: Biova Lemon

Biova Project nasce nel 2019 con l’intenzione di cambiare il mondo della produzione alimentare, con un modello di business sostenibile, sia economicamente che ecologicamente, che recupera e integra i surplus alimentari nella creazione e nella produzione di prodotti upcycled dall’alto valore aggiunto.

Invece, dal maggio 2020 Babaco Market offre un servizio su abbonamento di delivery di alimenti, frutta e verdura fresca che oggi faticano a trovare sbocco commerciale semplicemente a causa di difformità estetiche, sovrapproduzioni o perché colture territoriali di nicchia, poco conosciute anche se d’eccellenza (tra cui presidi slow food, prodotti IGP e PAT). In tre anni Babaco Market ha contribuito a salvare oltre 1600 tonnellate di frutta e verdura perfettamente uniche, prodotti 100% Made in Italy, collaborando con più di 100 produttori presenti su tutto il territorio nazionale.

I limoni di Babaco Market si sono uniti alla base di una birra Biova Project per diventare qualcosa di unico: una birra al succo di limoni salvati. Il risultato è una birra beverina, perfetta per la stagione calda. Con un’anima orientata al recupero di sprechi alimentari e un’attenzione particolare ai principi dell’economia circolare.

Biova Lemon è uno dei progetti più divertenti e innovativi di questa stagione. Un prodotto che già dalla sua creazione nasce per uno scopo preciso, ovvero dare una seconda possibilità a quei frutti della terra che per motivi puramente estetici e commerciali non sono stati valorizzati dalla distribuzione tradizionale. In quest’epoca, in cui le risorse sono limitate e la domanda continua a crescere, vorremmo vedere più spesso operazioni di questo tipo. La naturale vicinanza dei valori di Biova Project e Babaco ha permesso di arrivare a questo risultato con facilità, dimostrando che è possibile vedere l’industria alimentare con occhi diversi e preparare prodotti pronti per la transizione ecologica, dichiara Franco Dipietro, founder e CEO di Biova Project.

Siamo entusiasti della collaborazione con Biova, con cui condividiamo i valori di sostenibilità e l’obiettivo di contribuire alla riduzione degli sprechi alimentari. La birra Biova Lemon rappresenta per Babaco Market un primo passo importante verso il consolidamento e un ulteriore sviluppo del servizio. Ampliamo, infatti, il nostro impegno nella lotta allo spreco alimentare, aggiungendo al recupero di prodotti ortofrutticoli il mondo dei prodotti trasformati attraverso progetti di economia circolare per la promozione di una spesa online etica e sostenibile, commenta Francesco Giberti, CEO e founder di Babaco Market.

Biova Lemon è disponibile sull’ecommerce di Babaco Market, in formato 330ml, al prezzo di 2,98 euro.

Torna alle notizie 

Scritto da: Alice Fusari


Articolo precedente

Slip Angles

Arte

Slip Angles: Fabbrica del Vapore come laboratorio creativo

Fino al 30 luglio 2023 si può visitare alla Fabbrica del Vapore di Milano la mostra Slip Angles nello spazio ex Cisterne Con la mostra Slip Angles prende il via la seconda fase del progetto di residenze d’artista “FUTURA. Arte come risorsa esplorativa. Interagire. Deviare. Attestare”, promosso dal Comune di Milano – Cultura con l’obiettivo di dare alla Fabbrica del Vapore una funzione di laboratorio creativo, luogo di creazione e produzione, oltre […]

today08/07/2023 98

Commenti post (0)

Lascia un commento


WhatsApp Chat
Invia
0%