News

Tutto ciò che devi sapere sui maestri veneziani a Milano

today29/09/2021 4

Sfondo
share close

Arriva a Milano un’unica mostra sui maestri veneziani del diciottesimo secolo. Non perdere le opere di questi eccellentissimi pittori nelle sale del Castello Sforzesco. L’esposizione rimarrà a Milano fino al prossimo 19 dicembre 2021

I grandi maestri veneziani esposti al Castello Sforzesco

Arriva a Milano una mostra che ti racconta i più grandi maestri dell’arte veneziana del Settecento. Sono presenti in esposizione opere di Canaletto, Tiepolo e altri pittori della Serenissima.

Il percorso espositivo è ospitato all’interno del Castello Sforzesco, nelle sale dell’antico Ospedale.  La mostra rimarrà nel vecchio palazzo signorile milanese fino al prossimo 19 dicembre 2021.

La pittura veneziana visse nel Settecento un’ultima stagione straordinaria, ottenendo un’immaginabile fama in tutta Europa; potenza artistica che si andò affermando nonostante la situazione economica e anche politica non fosse altrettanto prospera.  Effetto di questa situazione non particolarmente felice fu una diminuzione del mecenatismo di stato, fenomeno di fondamentale importanza in ambito artistico.

Venezia in questo secolo non era ancora in decadenza, ma un luogo dinamico e fiorente sotto il punto di vista della storia dell’arte. Gli artisti che gravitavano nell’ambiente della Serenissima erano di talento e richiesti in tutto il mondo. In questa città ancora in forte fermento culturale, meta ambita del Grand Tour e di vivace vita mondana lavoravano pittori come Giambattista Tiepolo e suo figlio Giandomenico, i quali sono presenti in mostra.

L’ingresso all’esposizione è gratuito e per altre informazioni è possibile consultare il sito del Castello Sforzesco.

Non perdere l’occasione d’entrare nei canaletti veneziani in centro a Milano!

 

Quello che devi sapere sulle opere dei grandi maestri veneziani esposte al Castello

La mostra sui maestri veneziani al Castello Sforzesco è stata curata da Eleonora Scianna e Francesca Mariano, e conta al suo interno numerose opere inestimabili che hanno bisogno di molte attenzioni al fine della loro conservazione; infatti, questa è una delle poche occasioni in cui puoi ammirare i capolavori di questi eccellentissimi e illustrissimi pittori del diciottesimo secolo. In particolare, le delicatissime opere su carta che non fanno purtroppo parte dall’esposizione permanente del Castello.

Tutte le opere esposte, che sono che sono in tutto quarantotto e che si dividono in stampe e disegni, appartengono ad importanti collezioni private di due celebri storici dell’arte come Gustavo Frizzoni e Giovanni Morelli, alla collezione Trivulzio e anche a quella di Antonia Guasconi. Non capita tutti i giorni di poter ammirare un così splendido e completo patrimonio di opere che testimonia la grandezza della storia artistica italiana e soprattutto quella veneziana del Settecento.

La mostra, aperta agli spettatori lo scorso quindici di settembre a Milano, presenterà in un ciclo di esposizioni la raccolta di stampe Achille Bertarelli. La prima esposizione di questo ciclo sarà proprio questa dedicata a cinque grandi artisti veneziani: Giandomenico Tiepolo, Gianbattista Tiepolo, Antonio Canal anche conosciuto con il celebre soprannome di Canaletto e Bernardo Bellotto. Nata nel 1927 da un imponente donazione la raccolta Achille Bertarelli è oggi uno degli archivi più grandi al mondo e può contare una collezione di inestimabile valore della quale fan parte tra stampe e illustrazioni più di un milione di reperti artistici.

Il percorso sugli artisti veneziani

A Giambattista Tiepolo e suo figlio è interamente dedicata la prima parte dell’esposizione milanese. Fanno parte di questa prima sala dei disegni di scene mitologiche, di animali, delle caricature e altri stupendi quadri.

La seconda parte della mostra è inevece dedicata al Ritratto del feldmaresciallo Mathias von der Schlenberg. Una delle opere più importanti del pittore Giovanni Battista Piazzetta, che viene dalla collezione Trivulzio. Oltre all’opera del Piazzetta sono presenti in questa sala anche altri capolavori appartenenti al Canaletto.

Torna alle notizie

 

 

Scritto da: Tommaso Canziani


Articolo precedente

Usato

Green

I quattro Mercatini dell’usato più famosi di Milano

Milano è una città dalle mille risorse e tra queste, fortunatamente, ce ne sono molte che fanno anche bene all'ambiente. Scopriamo i Mercatini dell'usato Mercatino dell’usato, una collezione di oggetti con storia e valore Vendere o comprare oggetti usati è diventata ormai una cosa comune per molte persone, tanto che i Mercatini dell’usato sono sempre di più e l'attenzione che si pone nella scelta e alla conservazione dei prodotti usati […]

today27/09/2021 5

Commenti post (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *


WhatsApp Chat
Invia
0%