News

Al PAC di Milano la mostra Fino a farmi scomparire

today20/10/2021 6

Sfondo
share close

Arriva al PAC di Milano una nuova significante mostra fotografica dal titolo Fino a farmi scomparire. Non perdere l’occasione di visitarla perché rimarrà solo fino al 24 ottobre 2021

Fino al prossimo 24 ottobre si tiene al Padiglione d’Arte Contemporanea (PAC) di Milano la Mostra Fino a farmi scomparire. L’esposizione fa parte del progetto RI-SCATTI e attraverso cento fotografie racconta l’esperienza di nove ragazze e un ragazzo alle prese con una grave patologia: i disturbi del comportamento alimentare. Il percorso fotografico è un viaggio senza censure nelle vite di questi ragazzi che stanno cercando di affrontare una malattia che ha portato le loro vite al limite.

Nuova mostra fotografica Fino a farmi scomparire al PAC

Arriva una nuova mostra al Padiglione d’Arte Contemporanea di Milano, uno spazio pubblico dedicato all’arte contemporanea all’interno del quale puoi vivere da protagonista la cultura artistica dei nostri giorni attraverso varie esposizioni.

Per il PAC l’arte contemporanea aiuta a superare e rompere gli stereotipi, nonché a uscire dalla propria comfort zone per osservare in modo nuovo la realtà che ci circonda. Con queste premesse il centro espositivo milanese situato a Palestro organizza e realizza mostre, sia monografiche che collettive, che cercano di esplorare il panorama artistico italiano e non solo. Vuole rendere accessibile al grande pubblico l’arte contemporanea accompagnando le mostre con strumenti gratuiti e approfondendo gli argomenti oggetto d’esposizione con un public program volto a coinvolgere sia gli adulti che i ragazzi.

La mostra che in questi giorni si tiene al Padiglione d’Arte Contemporanea ha come protagonisti nove ragazze e un ragazzo. L’esposizione s’intitola Fino a farmi scomparire e tratta un tema molto attuale: i disturbi del comportamento alimentare.

Non perderti la mostra, perché ha una durata molto breve: rimarrà al Padiglione solo fino al 24 ottobre 2021. L’ingresso è libero, tutti i giorni. Per altre informazioni è possibile consultare il sito del Pac.

L’esposizione Fino a farmi scomparire e il suo programma

L’esposizione, che si terrà fino al prossimo 24 ottobre al Padiglione d’arte contemporanea di Milano e che fa parte del progetto di RI-SCATTI, è stata curata da Diego Sileo, il conservatore del Pac, e ideata e realizzata da Riscatti Onlus, un’associazione di volontariato che dal 2014 realizza progetti di riscatto sociale attraverso la fotografia, insieme al Comune di Milano con il sostegno di Tod’s.

La mostra ti fa entrare nel racconto privo di veli delle tragiche esperienze di vita passate da Alessandra, Alessia, Emanuela, Emanuele, Federica, Anna, Giulia, Sofia, Silvia e Teresa, nove ragazze e un ragazzo che provano a superare una delle patologie più subdole dei nostri giorni, che ha portato questi ragazzi e le loro vite al limite.

In Fino a farmi scomparire saranno presenti cento fotografie che testimoniano le diverse esperienze di questi dieci giovani. Questo lavoro è frutto di un lungo workshop durato circa tre mesi e coadiuvato dall’anima del progetto RI-SCATTI Amedeo Novelli. Tutte le fotografie realizzate per il progetto puoi anche acquistarle durante la mostra e tutto il ricavato sarà devoluto all’Associazione Erika con sede presso l’Ospedale Niguarda di Milano a sostegno dei pazienti e delle loro famiglie.

Purtroppo, ancora si parla poco di questi disturbi in Italia. I disturbi alimentari colpiscono soprattutto i giovani, con una forte prevalenza nel sesso femminile, ma non solo. In Italia ci sono circa tre milioni di giovani che ne soffrono. Sono patologie che hanno gravi conseguenze fisiche, ma che sono strettamente correlate ad un grande disagio interiore che nasce nella mente.

Per saperne di più ed essere maggiormente informato su questa tematica importante non perdere l’occasione di visitare questa nuova esposizione.

 

Torna alle notizie

 

 

 

 

 

 

 

Scritto da: Tommaso Canziani


Articolo precedente

Teatro

Green

Conosci il teatro di Milano gestito in maniera sostenibile?

EcoTeatro: la prima sala milanese che rispetta il modello di sviluppo sostenibile promosso dall’Agenda 2030 dalle Nazioni Unite. Vediamo come Si tratta del primo teatro nella nostra città ad aver adottato una gestione del tutto ecosostenibile e rispettosa nei confronti delle persone e dell’ambiente. È situato in via Fezzan 11, vicino all’Istituto Don Orione e ha come obiettivi la preservazione delle funzioni dell’ambiente, il contrasto della povertà e l’adozione di […]

today18/10/2021 22

Commenti post (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *


WhatsApp Chat
Invia
0%