Calcio

Poker a San Siro: Milan-Monza 4-1

today23/10/2022 72 3

Sfondo
share close

I rossoneri calano il poker contro i brianzoli. È Diaz show con una doppietta, poi Origi e Leão. Il 4-1 finale porta la firma di Filippo Ranocchia. Il Milan si gode al momento la testa della classifica

In un San Siro a tinte rossonere e bianche alle 18.00 si è disputata l’undicesima giornata di Serie A tra i padroni di casa del Milan e il Monza del duo Silvio Berlusconi-Adriano Galliani. Poker agevole dei rossoneri con protagonista assoluto Brahim Diaz che segna i primi due gol, ma poi si fa male. Di Origi e Leão le altre due reti, intervallate dall’illusoria punizione di Ranocchia che ha reso meno negativo il passivo per la squadra brianzola, rimasta però in realtà in partita solo fino al 2-0. Gli uomini di Pioli si godono la testa della classifica, in attesa del risultato di oggi tra Napoli e Roma.

festa tifosi

La festa dei rossoneri al termine della partita sotto la Curva Sud, immagine presa dal profilo Instagram dell’AC Milan (festa milan)

I 22 titolari

Stefano Pioli ritorna al suo marchio di fabbrica per il suo Milan: 4-2-3-1 con Ciprian Tatarusanu in porta; in difesa Sergiño Dest, Simon Kjaer, Fikayo Tomori e il capitano Theo Hernandez; i due mediani sono Ismael Bennacer e Tommaso Pobega, mentre i tre trequartisti sono Junior Messias a destra, Ante Rebic a sinistra e in mezzo a loro Brahim Diaz; in attacco Divock Origi unica punta. Partono dalla panchina Olivier Giroud, Rafael Leão e Sandro Tonali, in vista della sfida molto importante contro la Dinamo Zagabria di martedì in Champions League.

Raffaele Palladino schiera i suoi uomini con un 3-4-2-1: tra i pali Michele Di Gregorio; terzetto difensivo composto da Luca Caldirola, Pablo Marí e Valentin Antov; a centrocampo Carlos Augusto, Stefano Sensi, Andrea Barberis e Patrick Ciurria; in attacco a sostenere l’unica punta Dany Mota, il duo Gianluca Caprari – Matteo Pessina con la fascia da capitano. In panchina Andrea Petagna, Christian Gytkjaer e Filippo Ranocchia.

Diaz Show, Origi e Leão: poker servito

Contava vincere e soprattutto contava farlo senza bruciare energie eccessive, visto il prossimo impegno in Champions League. Contro il Monza i rossoneri hanno fatto ciò che dovevano, incanalando subito la serata grazie a una formidabile doppietta nel primo tempo del sempre troppo sottovalutato Brahim Diaz, che si è però poi fatto male ed è stato costretto a uscire. Due gol, uno più bello dell’altro. I 72mila di San Siro lo hanno applaudito a lungo, per poi restare ammutoliti quando a inizio ripresa l’andaluso s’è fermato in mezzo al campo, d’improvviso. «Contrattura al gluteo» recita il primo bollettino medico: non una diagnosi grave, ma il calendario è serrato e i tempi di recupero sono scarsissimi.

diaz show

L’esultanza di Brahim dopo la sua doppietta, immagine presa dal profilo Instagram dell’AC Milan (diaz show)

Prima Origi e poi il subentrato Leão calano il poker ed è festa a San Siro. Sul 3-0 arriva il gol su punizione di Filippo Ranocchia che rende meno pesante il passivo finale. Per il belga ex Liverpool è il primo gol in maglia rossonera, condito da una prestazione brillante in cui ha messo in mostra la sua esperienza e la sua intelligenza calcistica.

origi

L’esultanza di Origi, immagine presa dal profilo Instagram dell’AC Milan (gol origi)

leao

Leão serve il poker al Monza, immagine presa dal profilo Instagram dell’AC Milan (poker leao)

Unica nota stonata per il Milan di ieri: Charles De Ketelaere. Il belga fatica ancora, nel finale ha sbagliato un gol facile ed è uscito dal campo sconsolato. Va aspettato, perché il talento c’è.

Per il Monza e per Palladino è la seconda sconfitta consecutiva dopo le tre vittorie contro Juventus, Sampdoria e Spezia, ma niente allarmi: non sono queste le gare da vincere a tutti i costi per una squadra che punta a un campionato tranquillo.

Le dichiarazioni nel post gara

Stefano Pioli ai microfoni di DAZN si è così espresso sulla vittoria e sulla prestazioni dei suoi ragazzi:

«Vittoria difficile, Monza gioca bene. Potevamo gestire un po’ meglio il pallone nel secondo tempo, però è andata bene. La squadra ha cominciato bene la partita, ha rischiato poco e costruito molto. Tutte cose positive, se non qualche errore soprattutto nella gestione che non ci permette di controllare meglio la partita. Turnover? Ho la fortuna di avere una squadra con uno spirito forte. Ha giocato Dest, Kjaer, Tomori, Pobega, Rebic e in panchina avevo altri giocatori forti. E’ bene che siano pronti, poi si fanno le votazioni».

Raffaele Palladino si è così espresso in conferenza stampa dopo il poker subito:

«Avevo chiesto una partita di coraggio, di forza e di determinazione. Non potevamo pensare solo di difendere, altrimenti il Milan prima o poi il gol te lo fa. Mi è dispiaciuto prendere il primo gol molto evitabile, su una lettura errata della difesa. C’è rammarico, ma è un episodio e ci lavoreremo. Avevo la sensazione sul 3-1 che si potesse riaprire la partita, poi abbiamo preso il quarto. Questa partita ci farà crescere tanto, sono soddisfatto della prestazione: queste sono partite che paghi al mezzo errore».

Immagine in evidenza: l’esultanza di Diaz dopo il gol dell’1-0 che serve il primo asso del poker finale, presa dal profilo Twitter dell’AC Milan (poker rossonero)

Torna alle notizie

Scritto da: Fabio Girelli


Articolo precedente

games

Events

Milan Games Week: il gaming in città

Ritorna anche quest’anno la rassegna Milan Games Week a Rho Fiera dal 25 al 27 novembre 2022 Quest’anno Milan Games Week ritorna insieme a Cartoomics per l'edizione 2022 con numerosissimi ospiti dal mondo dei videogiochi, dei fumetti e della musica. La più famosa fiera dedicata al mondo online permetterà ad appassionati di giocare e provare i titoli del momento. Milan Games Week e Cartoomics Milan Games Week è il più […]

today22/10/2022 49 2

Commenti post (0)

Lascia un commento


WhatsApp Chat
Invia
0%