Calcio

Mou affonda l’Inter: Inter – Roma 1-2

today02/10/2022 61

Sfondo
share close

La Roma di Mourinho batte l’Inter a San Siro per 2-1. Dybala e Smalling i mattatori del match. Per Inzaghi quarta sconfitta in otto gare

Ieri a San Siro alle 18.00 sono scese in campo Inter e Roma per disputare l’ottava giornata di campionato di Serie A. I nerazzurri passano in vantaggio con Dimarco, ma a vincere è la Roma di Mou in rimonta. I giallorossi pareggiano prima con Dybala a fine primo tempo e poi a 15 minuti dalla fine trova il gol decisivo con Smalling di testa. La Roma sale a quota 16 punti e raggiunge il quinto posto in classifica, l’Inter rimane a 12 punti al settimo posto.

gioia roma

La gioia dei giocatori della Roma dopo il gol vittoria, immagine presa dal sito di Sky Sport (gioia roma)

Le formazioni della gara

Simone Inzaghi schiera l’Inter con il consueto 3-5-2 con Samir Handanovic (capitano) tra i pali; in difesa Milan Skriniar, Francesco Acerbi e Alessandro Bastoni; a centrocampo sulla fascia destra Denzel Dumfries, sul lato opposto c’è Federico Dimarco e in mezzo al campo il terzetto Nicolò Barella, Kristjan Asllani, Hakan Calhanoglu; in attacco la coppia Edin Dzeko e Lautaro Martinez. Indisponibili Romelu Lukaku e Marcelo Brozovic per infortunio.

José Mourinho opta per un 3-4-2-1 per la sua Roma: Rui Patricio in porta; terzetto difensivo formato da Roger Ibañez, Chris Smalling e Gianluca Mancini; a centrocampo a sinsitra Leonardo Spinazzola, a destra Zeki Celik e in mezzo al campo Nemanja Matic, Bryan Cristante; a sostenere l’unica punta Paulo Dybala, Lorenzo Pellegrini (capitano) e Nicolò Zaniolo.

Mou sbanca San Siro

Lo Special One, vecchio re di San Siro, conquista tre punti alla “sua” Inter, adottando il suo stile di gioco: difesa e contropiede al momento giusto. Inzaghi invece fa disputare sì una grande partita alla sua squadra, ma non raccoglie punti e peggiora la sua crisi di risultati: solo 12 punti raccolti su 24 disponibili, una media non da scudetto.

L’Inter parte subito forte e al decimo minuto trova il gol l’ex della gara Edin Dzeko, ma il VAR annulla tutto per un fuorigioco millimetrico. I nerazzurri schiacciano i giallorossi nella loro area e al 30′ trovano il gol con Federico Dimarco su assist di Barella.

di marco

L’esultanza di Dimarco dopo il gol dell’1-0, immagine presa dal profilo Instagram dell’Inter FC (esultanza dimarco)

L’Inter però non sfrutta il momento a favore e lascia un po’ di campo agli uomini di Mou, che con un buon palleggio trovano il gol del pareggio al 39′ grazie a Paulo Dybala, servito in area da Spinazzola. Handanovic poteva fare qualcosa in più per evitare il pareggio e terminano così i primi 45 minuti di gioco.

esultanza dybala

L’esultanza di Dybala dopo l’1-1, immagine presa dal profilo Instagram della AS Roma (esultanza dybala)

Nella ripresa le squadre lasciano molti spazi ed è un continuo cambio di fronte. L’Inter prova a rendersi pericolosa, ma il pallone si stampa sulla traversa con Calhanoglu al 62esimo. I giallorossi di Mourinho, come fatto nel primo tempo, attendono il momento giusto per colpire e al minuto 75 sugli sviluppi di calcio di punizione, Pellegrini pesca Smalling in area che di testa beffa Handanovic. Nei minuti finali l’Inter e Inzaghi le provano tutte per almeno pareggiare la partita, ma gli attacchi sono confusionari e la squadra di Mou rischia pure di siglare il gol dell’1-3. Al triplice fischio è delirio giallorosso a San Siro.

Le parole dei protagonisti nel post-gara

Simone Inzaghi analizza così la sconfitta nella conferenza stampa post-partita:

«Sono preoccupato, ma lo ero di più dopo Udine, anche se i punti sono gli stessi. È una sconfitta che fa male, dopo una partita fatta bene,sicuramente la migliore delle otto, ma questo non basta. Siamo qui a leccarci le ferite. Bisogna curare più il particolare, in questo momento paghiamo la minima disattenzione, sul secondo gol c’è una distrazione. Dopo il pareggio abbiamo perso le distanze ma abbiamo condotto la partita. Era capitato anche alla Roma con l’Atalanta. Purtroppo ci sono partite in cui giochi e perdi. Rassegnarsi? No assolutamente. Dobbiamo fare di più, io per primo come allenatore».

Federico Dimarco è intervenuto ai microfoni di Sky Sport, sostenendo la piena fiducia verso il suo allenatore:

«Stasera abbiamo fatto una buona partita, abbiamo dominato a lunghi tratti, ma gli episodi ci girano a sfavore. In due tiri ci hanno fatto due gol. Ora dobbiamo rimanere squadra e uscire il prima possibile da questo momento. Penseremo a lavorare al massimo e restare compatti. Siamo con l’allenatore».

Passiamo ai giallorossi di Mou. Chris Smalling ha espresso ai microfoni di DAZN la sua gioia per i tre punti:

«Sono molto felice per la vittoria, questa partita era troppo importante e dobbiamo continuare così perché giovedì ne abbiamo un’altra. Tutti hanno corso e lottato fino all’ultimo minuto con grande spirito di squadra, siamo forti e abbiamo grandi obiettivi da raggiungere. E io spero di continuare a fare altri gol».

Gianluca Mancini, sempre a DAZN, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:

«Oggi ci sentivamo più forti anche dopo aver preso il gol. Dopo la partita persa con l’Atalanta, facendo la partita migliore della stagione, siamo venuti qui a giocarcela. Siamo rimasti compatti e uniti soffrendo contro una grande squadra. All’inizio non siamo andati a prenderli alti, ma non l’avevamo preparata così. Infatti dalla panchina ci richiamavano, poi dopo il gol siamo stati più aggressivi. È un nostro limite su cui dobbiamo migliorare».

Infine Mourinho commenta la prestazione della sua Roma: «Vai ragazzi, grandi palle (attributi, ndr)».

Immagine in evidenza: il gol decisivo di Chris Smalling che regala i tre punti agli uomini di Mou, presa dal profilo Twitter della Lega Serie A (gol smalling)

Torna alle notizie

Scritto da: Fabio Girelli


Articolo precedente

Perù

News

L’anno del Perù al Mudec

Il capoluogo milanese ospita la mostra Machu Picchu e gli imperi d'oro del Perù al Mudec: una mostra dedicata alla cultura peruviana Arriva una mostra che attraverso più di centottanta reperti plurimillenari e strumenti multimediali come video e ricostruzioni immersive in tre dimensioni guiderà i visitatori alla scoperta del Perù e della sua immensa cultura. Dall’8 ottobre 2022 al 19 febbraio 2023 in via Tortona al Mudec di Milano si […]

today01/10/2022 9

Commenti post (0)

Lascia un commento


WhatsApp Chat
Invia
0%