notificationsBenvenuti sulla home di Milano Beat Radio!

Calcio

L’ultimo Euroderby: Milan – Inter 2005

today08/05/2023 84 1

Sfondo
share close

L’Euroderby del 2005 rappresenta l’ultima sfida giocata tra Milan e Inter nell’ambito delle coppe europee. Ripercorriamo insieme i ricordi e le fasi salienti

Mercoledì 10 maggio alle ore 21:00 a San Siro si disputerà l’andata dell’Euroderby valida per la semifinale di Champions League tra Milan e Inter. In attesa di questa doppia sfida facciamo un passo indietro.

L’ultima volta che rossoneri e nerazzurri si sono incontrati in ambito europeo è stata nel 2005, più precisamente il 6 aprile e il 12 aprile, nella sfida valida per i quarti di finale di Champions League. Il valore dei giocatori ai tempi era superiore a quello attuale: in campo erano scesi in campo calciatori del calibro di Paolo Maldini, Javier Zanetti, Andriy Shevchenko, Marco Materazzi, Rui Costa, Kakà, Stankovic. E molti altri ancora. Calciatori che abbinavano tecnica ed esperienza per arrivare alla vittoria. Dal doppio scontro ne uscì vittorioso il Milan, ma ora lasciamo parlare la storia.

Euroderby 2005: il Derby della vergogna

Il 6 aprile 2005, l’atmosfera a San Siro è elettrizzante quando Milan e Inter scendono in campo per l’euroderby d’andata. I nerazzurri sembrano entrare bene in campo e in generale si rendono più pericolosi nel primo tempo ma, a pochi istanti dal finale del primo tempo, sono i rossoneri a trovare il vantaggio grazie a un colpo di testa di Jaap Stam.

Sulle ali dell’entusiasmo, il Milan nella ripresa gioca in maniera certamente più sciolta e al 74’ è Shevchenko a fissare il risultato sul definitivo 2-0. Il primo euroderby è del Diavolo e questo significa solo una cosa: l’Inter al ritorno dovrà compiere un’impresa per aggiudicarsi il passaggio del turno.

gol stam 2005
Il gol del vantaggio del Milan firmato da Jaap Stam nella gara di andata, immagine presa dal sito di Sky Sport

Quello che il 12 aprile successivo ospita l’euroderby di ritorno è un San Siro nella sua versione più bella. Carico in ogni singolo posto, si respira aria di grande calcio. In ballo c’è di più del semplice passaggio del turno: c’è la possibilità di colorare una città coi propri colori rappresentativi.

L’Inter, schierata da Roberto Mancini con un 4-2-3-1 nel quale Van der Meyde, Veron e Kily Gonzalez agiscono a supporto di Adriano, vede ogni suo tentativo venir respinto da Dida.

Tuttavia dall’altra parte il fuoriclasse ucraino Shevchenko trova l’intuizione che vale il vantaggio rossonero: gran sinistro dal limite dell’area e pallone che si va ad infilare alla destra di Toldo.

Gli uomini di Mancini, sotto 1-0, provano a reagire per ribaltare l’euroderby, ma il Milan resiste e quando può si lancia in contropiede, il tutto mentre Dida continua ad essere invalicabile.

Al 71’ arriva l’episodio chiave della gara: corner battuto dalla destra da Mihajlovic, il pallone attraversa tutta l’area piccola e arriva dalle parti di Esteban Cambiasso che di testa non sbaglia, approfittando tra l’altro di un’uscita tutt’altro che perfetta proprio di Dida.

È la rete che in qualche modo potrebbe riaprire i giochi, anche se l’Inter ha bisogno di un 4-1 per passare. Il goal sembra valido, ma il direttore di gara Merk ha intravisto un presunto fallo di Cruz ai danni del portiere. E così annulla la rete.

La sua è una decisione che fa scatenare la rabbia di coloro che nel preciso istante dell’annullamento hanno già preso in cuor loro la decisione che darà alla sfida una svolta inaspettata: quel Derby non deve finire.

Dalla Curva Nord inizia a piovere di tutto e l’area rossonera diventa un vero e proprio tiro a segno per molti tifosi di fede nerazzurra. Dagli spalti arrivano sul campo fumogeni come se piovesse. Uno colpisce proprio Dida alla spalla destra.

fumogeno dida 2005
Dida colpito dal fumogeno viene soccorso dal medico e dal compagno Cafu, immagine presa dal sito di Sky Sport

Il portiere viene accompagnato dai compagni lontano da quella zona, diventata ormai pericolosa, per essere sottoposto alle cure del caso. Intanto è già chiaro che così non si può continuare. Merk richiama tutti negli spogliatoi. I giocatori del Milan, rientrando, sono costretti a evitare ogni tipo di oggetto che arriva sul terreno di gioco a velocità folle.

L’euroderby che doveva essere uno spettacolo straordinario, uno spot per Milano e per il calcio italiano, si è trasformato in quello che verrà ricordato da molti come il ‘Derby della Vergogna’.

Le due squadre torneranno in campo 26 minuti più tardi, con Abbiati al posto di Dida. Tuttavia non c’è la minima possibilità di arrivare alla naturale conclusione del match. L’arbitro decide di assegnare la vittoria a tavolino al Milan.

sospensione euroderby 2005
I giocatori di Milan e Inter assistono increduli a ciò che sta succedendo, immagine presa dal sito del The Mirror

Di quell’euroderby, che era iniziato come una straordinaria notte di sport, resteranno soprattutto due immagini: quella di Dida a terra dopo essere stato colpito dal fumogeno e soprattutto quella che ritrae Marco Materazzi e Manuel Rui Costa inermi di fronte a ciò che sta accadendo.

Il ricordo dei tifosi

Ecco il personale ricordo dell’Euroderby 2005 di Enrico e Valerio.

Partiamo da Enrico, milanista:

Il primo ricordo dell’Euroderby 2005 non è certamente positivo perché viene in mente la sospensione della partita, che non dovrebbe mai succedere, qualunque sia la squadra. Per il resto sono andato a vedere le distinte di quella partita, e la differenza di rosa era grande, nel Milan in panchina c’era gente come Rui Costa, Ambrosini Serginho, anche se il derby è una partita a sé. Dopo il 2-0 dell’andata e con gente come Sheva in campo credo che il Milan sia passato con merito, è stata sicuramente più combattuta la semifinale di due anni prima.

Ora, invece, il ricordo di Valerio, interista:

Ero piccolo in quell’anno, avevo 12, quasi 13 anni. In quel periodo l’Inter non vinceva i derby contro il Milan, quindi più o meno sapevo già come poteva andare. Non l’ho vissuto come quello che si disputerà mercoledì, quindi con l’ansia per l’attesa che si giochi la partita. […]

Quando è stata sospesa la partita di ritorno, dopo il fumogeno a Dida, il giorno dopo sono andato a scuola e ho semplicemente detto che era stata sospesa la partita, non che l’avevamo persa, anche se devo ammettere che era per evitare gli sfottò dei miei amici milanisti. […]

Riguardo l’episodio del lancio del fumogeno: è stato sbagliato e non giusto. Noi però eravamo contenti perché sempre a scuola raccontavamo che non avevamo perso, bensì che era stata sospesa la partita. Questo era il mood di quella settimana. Questo, insomma, è il mio ricordo principale dell’Euroderby 2005.

Immagine in evidenza presa dal sito di SportMediaset.

Torna alle notizie

Scritto da: Fabio Girelli


Articolo precedente

Xiaomi

Events

Casa Xiaomi riapre le porte alla cultura

Il calendario di maggio di Casa Xiaomi presenta eventi dedicati al mondo dell’innovazione, del food, della musica e del design Dopo il successo dei primi due mesi dall’apertura, Casa Xiaomi è pronta a dare il via alla nuova programmazione di maggio. Proseguono gli appuntamenti in Piazza Pio XI 5, nello storico quartiere milanese delle Cinque Vie. Casa Xiaomi Questo mese, Xiaomi continuerà ad aprire le porte al pubblico di Casa […]

today06/05/2023 152 2 2

Commenti post (0)

Lascia un commento


WhatsApp Chat
Invia
0%