notificationsBenvenuti sulla home di Milano Beat Radio!

Arte

ADI presenta i designer under 35

today22/04/2023 121 2

Sfondo
share close

All’ADI è arrivata una mostra a tema design: Italy: A New Collective Landscape

L’esposizione Italy: A New Collective Landscape si svolge all’ ADI Design Museum in Piazza Compasso d’Oro a Milano. Protagonisti della mostra sono le opere di giovani designer under trentacinque.

ADI Design Museum

ADI Design Museum è il luogo dedicato alla collezione del Compasso d’Oro, un museo dinamico all’insegna non solo di creatività e cultura del design ma anche di interazione con la città di Milano e il panorama internazionale. Lo spazio si trova in Piazza Compasso d’Oro 1, in corrispondenza di via Ceresio e piazzale Monumentale, e si inserisce nel contesto di un’area ex industriale ad altissimo valore architettonico e urbanistico. ADI Design Museum è un museo e un luogo di racconto e valorizzazione del sistema design italiano, ma anche uno spazio di approfondimenti proposti al pubblico, un contenitore aperto allo scambio, capace di parlare alla numerosissima community del design e, grazie al taglio divulgativo, anche ai non addetti al settore.

L’obiettivo di ADI

Lo scopo di ADI – Associazione per il Disegno Industriale – e della sua fondazione, grazie alla cui attività e visione si inaugura un luogo importante, era proprio quello di costruire una realtà inclusiva, non celebrativa, capace di offrire un’esperienza di visita la più coinvolgente possibile, ma soprattutto in progresso, fotografando il senso della modernità grazie al continuo aggiornamento dei pezzi della Collezione Compasso d’Oro che avviene ogni due anni.

La Collezione permanente è l’asse portante di un impianto narrativo in continuo divenire di mostre temporanee di approfondimento e iniziative trasversali di grande impatto divulgativo. Un centro culturale all’insegna della contemporaneità e della ricerca, che mira a svolgere un ruolo attivo all’interno della rete museale e culturale a livello globale. Un polo espositivo capace anche di uscire dai confini tradizionali dei musei e aprirsi alla complessità di una realtà globalizzata in tutte le sue manifestazioni, stabilendo contatti tra il mondo del design e quello della moda, dell’architettura, della scienza, della tecnologia e della creatività in generale, ma anche del sistema produttivo.

Italy: A New Collective Landscape. La mostra all’ADI

Le problematiche davanti alle quali questo momento globale ci pone e le continue trasformazioni ecologiche e sociali costituiscono il punto di partenza dei lavori dei giovani progettisti italiani presentati da Italy: A New Collective Landscape.

La mostra, in esposizione dal 4 aprile 2023, è stata prodotta da ADI Design Museum, con la curatela di Angela Rui con Elisabetta Donati de Conti e Matilde Losi, il progetto grafico di Alice Zani con Paola Bombelli e l’allestimento dello studio Parasite 2.0.

Al MoMA di New York nel 1972 la mostra Italy: The New Domestic Landscape presentava le riflessioni di una collettività di giovani progettisti come manifestazione culturale di una controriforma che si interrogava sull’abitare e sulla produzione. Oggi i progettisti agiscono con responsabilità ambientale e libertà radicale, immaginando come le trasformazioni della realtà esterna possano avere un impatto sull’abitare, estendibile allo spazio urbano e non urbano, alle relazioni sociali e alle alleanze simbiotiche, a nuovi comportamenti. Protagonisti della mostra di ADI Design Museum i giovani designer under trentacinque, i cui lavori sono stati selezionati anche tramite una open call alla quale hanno partecipato in più di trecento.

La scelta di dare spazio ai progettisti di questa generazione è in linea con la necessità di dare occasioni di sviluppo ai loro lavori, di evidenziarne la qualità al mondo delle imprese e di presentare una visione di insieme sulle sfaccettate pratiche dei designer contemporanei. Tali pratiche muovono da una condizione generale di mutua vulnerabilità tra l’uomo e l’ambiente. Italy: A New Collective Landscape vuole essere una mostra-programma che ruota intorno ai progetti, ai prodotti e alle nuove pratiche dei designer, impegnati nel raccogliere le sfide poste dall’attuale situazione di emergenza, a partire dalla crisi climatica e dalle ricadute che questa ha sulla realtà stessa.

La proposta di ADI Design Museum è un’occasione per rappresentare quel contesto creativo italiano che sta cercando di ridefinire il ruolo del design. Da qui l’intento di immaginare i nuovi strumenti progettuali non solo in relazione al mondo industriale ma come nuove fabbriche produttive, dove il design diventa strumento di transizione e ponte tra i mondi della cultura, della scienza e dell’industria. In apertura la mostra presenta un focus sulla dimensione domestica e sugli oggetti che la costruiscono, per poi proseguire all’interno dello spazio espositivo con l’incontro tra le diverse tematiche scelte, quali il design rigenerativo, il design relazionale e il design sistemico.

Un ulteriore approfondimento è costituito da workshop, reading e screening, oltre che da sessioni partecipative che danno vita a un public program dedicato. In tal modo Italy: A New Collective Landscape si presenta come un paesaggio dinamico di indagine sui linguaggi del design contemporaneo, sul suo ruolo e su quello dei suoi protagonisti.

Torna alle notizie

Scritto da: Tommaso Canziani


Articolo precedente

Tris Inter-Benfica

Calcio

Tris Inter sul Benfica! Ora l’Euroderby

Tris dei nerazzurri contro i portoghesi a San Siro. Finisce 3-3, ma grazie allo 0-2 dell'andata l'Inter approda in semifinale dopo 13 anni e affronterà il Milan Ieri alle 21:00 si è disputato il ritorno dei quarti di finale di Champions League tra Inter e Benfica di fronte a ben 75.380 spettatori. I nerazzurri, forti dello 0-2 dell'Estádio da Luz, vogliono chiudere la pratica qualificazione mentre il Benfica vuole rovinare […]

today20/04/2023 328 1

Commenti post (0)

Lascia un commento


WhatsApp Chat
Invia
0%