notificationsBenvenuti sulla home di Milano Beat Radio!

Arte

Picasso al Mudec: un viaggio nella metamorfosi dell’arte

today22/02/2024 39

Sfondo
share close

Al Mudec una rassegna inedita che chiude le celebrazioni del 50° anniversario della morte di Pablo Picasso

“Non conosco l’arte nera”, affermò una volta Pablo Picasso. Eppure, l’arte africana e di altre culture “primigenie” ha avuto un’influenza profonda e innegabile sulla sua opera. “Picasso. La metamorfosi della figura” è un’importante mostra curata da Malén Gual e Ricardo Ostalé, che si terrà al MUDEC di Milano dal 22 febbraio al 30 giugno 2024. L’esposizione, prodotta da 24 ORE Cultura e promossa dal Comune di Milano-Cultura, con il patrocinio dell’Ambasciata di Spagna in Italia e dell’Istituto Cervantes di Milano, presenta oltre quaranta opere del maestro spagnolo, tra dipinti, sculture e disegni, accompagnate da reperti archeologici ed etnografici.

4 3
Picasso Mudec Ph. Carlotta Coppo

La scoperta dell’arte “primitiva”

Nel 1905, Picasso si trovava a Parigi, immerso nel fermento creativo della prima avanguardia. In quel periodo, stava sviluppando il suo “periodo rosa”, caratterizzato da tinte delicate e soggetti malinconici. Fu proprio in quel contesto che, visitando il Louvre e il Trocadéro, entrò in contatto con le sculture iberiche e africane. L’incontro con queste opere d’arte “primigenie” fu una rivelazione per Picasso. La loro semplicità formale, la loro forza espressiva e il loro profondo simbolismo lo stimolarono a rompere con le convenzioni artistiche del tempo e a cercare nuove strade creative.

Picasso Mudec Ph. Carlotta Coppo
Picasso Mudec Ph. Carlotta Coppo

L’arte africana e lo sviluppo del cubismo

L’influenza dell’arte africana è evidente nello sviluppo del cubismo, movimento di cui Picasso è stato uno dei fondatori. Le sculture africane, con le loro geometrie essenziali e la loro struttura frammentata, ispirarono Picasso a scomporre le figure e gli oggetti in piani e volumi, dando vita a una nuova rappresentazione della realtà. Nel corso della sua lunga carriera, Picasso non cessò mai di ricercare nuove fonti di ispirazione. L’arte africana rimase un punto di riferimento costante, ma egli si interessò anche all’arte oceanica, all’arte egizia e all’arte classica.

L’immagine scelta per la mostra è un’opera emblematica del rapporto di Picasso con l’arte africana. Si tratta di un dipinto del 1907, intitolato “Demoiselles d’Avignon“. In quest’opera, Picasso rompe con la tradizione pittorica occidentale e rappresenta le figure in modo frammentario e distorto, ispirandosi alle maschere africane.

3 3
Picasso Mudec Ph. Carlotta Coppo

L’omaggio a Picasso

La mostra “Picasso. La metamorfosi della figura” è un omaggio al genio di uno dei più grandi artisti del XX secolo. Attraverso un percorso espositivo articolato in sezioni tematiche, la mostra mette in dialogo le opere di Picasso con reperti archeologici ed etnografici, evidenziando le fonti di ispirazione del maestro e il suo ruolo fondamentale nello sviluppo dell’arte moderna. Oltre a dipinti e sculture di Picasso, la mostra presenta anche opere di altri artisti che, come lui, furono influenzati dall’arte primitiva. Un’occasione unica per ammirare la varietà e la ricchezza di questa corrente artistica.

5 3
Picasso Mudec Ph. Carlotta Coppo

Una visione senza tempo dell’arte

Non c’è né passato, né futuro nell’arte. Se un’opera d’arte non può vivere sempre nel presente, non ha significato.

Con queste parole, Pablo Picasso sottolineava la sua profonda ammirazione per le arti di culture diverse e la sua capacità di comprenderle e reinventarle per dare nuova linfa all’arte universale. La mostra “Picasso. La metamorfosi della figura” è un invito a esplorare l’arte di un genio che ha saputo innovare e rivoluzionare il linguaggio pittorico del suo tempo. In un mondo sempre più globalizzato, la mostra rappresenta un ponte tra culture, un tributo alla capacità dell’arte di unire le persone al di là delle barriere geografiche. Attraverso il suo viaggio nell’arte nera, Picasso ci invita a comprendere e apprezzare il fascino delle culture remote che hanno plasmato il nostro mondo e il nostro modo di vedere.

In occasione della mostra, 24 ORE Cultura ha pubblicato il catalogo “Picasso. La metamorfosi della figura” e il volume monografico “Pablo Picasso” nella collana “Una vita per l’arte”.

 

 

Per ulteriori informazioni e prenotazioni, si può visitare il sito ufficiale del Mudec: mudec.it

 

Torna alle notizie

Scritto da: Selene Amelio


Articolo precedente

8 1

Arte

Saranno Famosi: il musical torna a Milano

Dal 15 al 25 febbraio 2024, il Teatro Nazionale di Milano ospita Saranno Famosi, il musical cult che ha appassionato intere generazioni Il Teatro Nazionale di Milano si prepara ad accogliere una nuova, entusiasmante edizione del musical Fame: Saranno Famosi. Un allestimento energico e coinvolgente che riporta in vita la celebre storia di un gruppo di talentuosi ragazzi alle prese con molte sfide. Un racconto che tocca il cuore La […]

today17/02/2024 48

Commenti post (0)

Lascia un commento


WhatsApp Chat
Invia
0%